Viadotto Montevideo, chiusura notturna della statale per ultimare i lavori
Per ultimare i lavori sul Viadotto di Montevideo, fino al 10 settembre durante la notte verrà chiuso il tratto della statale 45 bis tra Cadine e Trento dalle 20 alle 6, con deviazione del traffico sulla viabilità alternativa vicina: la strada provinciale 85 dir Sopramonte, la sp 85 del Monte Bondone e via Brescia (strada comunale di Trento), lungo l’itinerario Cadine-Sopramonte-Candriai-Sardagna e viceversa. In direzione Trento-Cadine la chiusura notturna sarà limitata al tratto dalla rotatoria di via Berlino all’innesto di via Brescia sulla SS 45 bis. La circolazione a due corsie da Cadine a Trento, pur con limitazione della velocità per segnaletica in allestimento e a meno di eventi meteo che potrebbero rallentare lo svolgimento dei lavori, sarà ripristinata già a partire dalla mattina di mercoledì 7 settembre.
A Trento un circolo per condividere emozioni e pratiche in difesa dell’ambiente
In gruppo per affrontare a piccoli passi le sfide legate al cambiamento climatico e per scoprire quali sono i comportamenti “pro-ambientali” che possono essere messi in atto dal singolo. Nasce con quest’obiettivo il progetto Circolo Climatico che, dopo una prima edizione tra maggio e giugno, riparte mercoledì 28 settembre. Da alcuni studi è emerso inoltre che sempre più giovani soffrono di “eco-ansia”, anche detta “ansia climatica”: si tratta di uno stato cronico di preoccupazione quando si parla di cambiamento climatico, preoccupazione legata alla percezione negativa delle risposte dei governi di fronte alla crisi a cui stiamo assistendo. Per aiutare i giovani a superare l'eco-ansia, nasce il “Circolo climatico”: l’idea di fondo è che parlare dei pensieri e delle emozioni in gruppo aiuti a migliorare il livello di benessere mentale e aumenti la motivazione a modificare le proprie abitudini verso uno stile di vita più sostenibile. Il progetto si rivolge ai giovani tra i 16 e i 35 anni. Gli incontri si svolgeranno al Museo delle scienze di Trento a partire dal 28 settembre. Le iscrizioni scadono il 25 settembre (20 posti), e si possono fare andando sul sito di Agenzia di Stampa Giovanile. Contatti. Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Tel.: 348.1936763
Premio Mario Rigoni Stern, la vittoria a Paolo Malaguti con "Il Moro della cima"
È Paolo Malaguti con “Il Moro della cima” edito da Einaudi ad aggiudicarsi la XII edizione del Premio Mario Rigoni Stern per la letteratura multilingue delle Alpi. "Paolo Malaguti – scrive la giuria nella motivazione - raccoglie storie e voci del passato per restituirle con scrittura attenta e viva attraverso la figura del Moro Frun. Quello che si anima sulla pagina è un racconto ricco di rimandi e ricordi che parlano dei cambiamenti della montagna veneta, lavorata, trasformata e a volte sfigurata dalla mano umana; parlano di una guerra di cui leggiamo ancora le tracce nel paesaggio e che ci ricorda l’ingiustizia di tutte le guerre Parlano di una civiltà contadina scomparsa. Questo libro fa sperare che un mondo più serio e civile sia ancora possibile”. Malaguti ha avuto la meglio sugli altri autori in lizza per la vittoria: Carlo Barbante con “Scritto nel ghiaccio. Viaggio nel clima che cambia” (Ed. Il Mulino), Adeline Loyau con “Les tribulations d'une scientifique en montagne” (Ed. Glenat) e Annalina Molteni con “L'ombra dei Walser” (Ed. Monterosa). Durante la cerimonia è stato conferito anche il Premio Guardiano dell’Arca – Osvaldo Dongilli, quest’anno attribuito alle Api, insetti decisivi per la vita sulla Terra: all'impollinazione è legata la riproduzione di circa il 75% delle specie vegetali viventi sul pianeta, che garantiscono circa il 35% della produzione globale di cibo.
Religion Today, dal 14 al 21 settembre la 25esima edizione
Svelata nella prestigiosa cornice della 79° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia l'edizione numero 25 di Religion Today, il festival internazionale di cinema e religioni che dal 14 al 21 settembre porterà a Trento e dintorni 42 film in concorso da 23 paesi diversi, 11 anteprime nazionali, 4 anteprime europee e 1 internazionale. Parteciperanno 50 ospiti, il movimento Donne di fede per la pace e si terranno 3 mostre, 3 concerti, 10 dibattiti, 10 masterclass per giovani. Religion Today è nato nel 1997, con lo scopo di compiere un viaggio nelle differenze, promuovendo il cinema indipendente sulla spiritualità e il confronto tra culture e fedi. In questi anni sono arrivati alla manifestazione più di 18mila film e documentari, si sono incontrati 2.200 artisti e registi di tutto il mondo, mentre gli spettatori sono stati più di 50mila. La cerimonia di apertura della 25esima edizione sarà il 14 settembre, al Teatro Sociale di Trento, alle 20.30: in programma una serata interculturale con la danza dei dervishi sufisti della Sufi Ensemble Rabbaniyya, l’intervento del direttore di Avvenire Marco Tarquinio, un omaggio a Lucio Dalla del cantautore trentino Alberto Beltrami e il coro della Sosat “Dal Trentino al Mondo” con la chitarra dell’infinito di Anthony Mazzella, artista di fama mondiale.
Calcio, prima vittoria dell'FC Südtirol, battuta Pisa 2-1
Prima storica vittoria tra i cadetti per l'FC Südtirol. Nella quarta giornata di serie B la squadra biancorossa guidata in panchina per la prima volta da mister Bisoli si impone per 2-1 sul Pisa. Una vittoria importante che permette al Südtirol di sbloccarsi dopo tre sconfitte nelle prime tre partite di fila.Sabato prossimo, nella quinta giornata d’andata, l’FC Südtirol sarà impegnato nella terza trasferta, sul campo del Como con calcio d’inizio alle ore 14.00.
5 settembre, Giornata dell'Autonomia
Oggi 5 settembre Trentino e Alto Adige festeggiano la Giornata dell'Autonomia: era il 5 settembre 1946 quando fu firmato l’accordo di Parigi tra Alcide De Gasperi e Karl Gruber, accordo che pose le basi dell'autonomia per Trento e Bolzano. Oggi alle 11 a Trento il Palazzo provinciale di Piazza Dante ospiterà l'inaugurazione dell’esposizione permanente “La Provincia si racconta. Un viaggio tra storia, presente e futuro dell’autonomia trentina" e alle 21 al Teatro sociale ci sarà la cerimonia ufficiale. In Alto Adige l'appuntamento è invece a Merano al Kurhaus alle 17.
Suona la campanella, in Alto Adige si torna sui banchi
E' tornata a suonare la campanella. I primi a tornare sui banchi oggi, 5 settembre, sono stati i 90 mila studenti e studentesse dell'Alto Adige. L'anno scolastico 2022/2023 segnerà un ritorno alla normalità dopo due anni di limitazioni causa pandemia. Niente mascherine e stop anche alla didattica a distanza. E oggi in Trentino è ripartita invece la scuola dell'infanzia. 12.702 i bambini e le bambine iscritti, con un calo del 3,9% rispetto allo scorso anno; di questi 7.749 (61%) frequenteranno le scuole equiparate e 4.953 (39%) le scuole provinciali. In tema di organico, gli insegnanti sono 2.045 dei quali 1.202 alle scuole equiparate e 843 alle scuole provinciali. Sul totale 1.202 hanno un incarico a tempo pieno (25 ore settimanali) e 631 a tempo ridotto.
Bonus covid, via libera dalla Giunta provinciale
Dopo l'intesa per l'erogazione del Bonus Covid siglata nei giorni scorsi fra i sindacati di categoria e Apran - l'Agenzia provinciale per la rappresentanza negoziale, la Giunta provinciale di Trento ha autorizzato la sottoscrizione definitiva dell'accordo che riguarda il personale sanitario e socio-sanitario non dirigente e il personale tecnico dell'Unità operativa di Trentino Emergenza 118, dipendente presso l'Apss direttamente impegnato nell'emergenza epidemiologica da Covid_19 nel periodo 1° gennaio 2021 - 31 marzo 2022. L'accordo riguarda circa 8.000 professionisti ed operatori. verrà garantita l'erogazione del bonus già nella busta paga di settembre. Stanziate risorse per 10 milioni di euro.
Coronavirus, in Trentino nessuna vittima e 252 contagi
Non ci sono state vittime da covid-19 in Trentino nelle ultime ore e sono 252 i nuovi casi di contagio su 1452 tamponi. I pazienti ricoverati sono 62, di cui 1 in rianimazione. fSono 1.250.282 le vaccinazioni complessive, di cui 428.851 seconde dosi, 340.429 terze e 30.059 quarte dosi. Sono i dati del 2 settembre.
Prezzo energia, Unione: "Rincari ormai insopportabili per aziende e famiglie
Prezzo energia: rincari ormai insopportabili per aziende e famiglie. A lanciare l'allarme è l'Unione commercio turismo e servizi dell'Alto Adige. I numeri sono spaventosi: nel 2022, in Italia, i costi energetici nel solo settorecommercio, gastronomia e servizi hanno raggiunto quota 33 miliardi di euro, il triplo rispetto al 2021 (11 miliardi) e il doppio rispetto al 2019 (14,9 miliardi). L’Unione auspica lo sganciamento dall’energia e un tetto al prezzo del gas
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.