Daspo Bz, nulla di fatto in consiglio comunale
La seduta fiume di ieri sul Daspo urbano si è conclusa con un nulla di fatto in consiglio comunale. Passate le 23, la seduta è stata sospesa. Si riprenderà la prossima settimana. In coda ancora 43 emendamenti. Il provvedimento introduce la possibilità di allontanare da alcune zone della città i senzatetto, chi danneggia l'arredamento urbano.
STA, via libera al programma annuale da 15,5 milioni
Ammonta a 15,5 milioni di euro il programma di attività per l'anno 2019 di STA - Strutture Trasporto Alto Adige, la società in-house che rappresenta il braccio operativo dell'amministrazione provinciale per quanto riguarda la mobilità pubblica. Il progetto che drena le risorse principali è quello riguardante la linea ferroviaria della Val Venosta (3,6 milioni) di cui STA è non solo gestore, ma anche proprietario dell'infrastruttura.

Leggi tutto...

“Generazioni”, dieci eventi su protagonismo giovanile e dialogo intergenerazionale
Prende il via la prima edizione di “Generazioni”, la rassegna di eventi organizzata dalle cooperative sociali Young Inside e Inside con il sostegno delle Province autonome di Bolzano e Trento e della Regione Trentino – Alto Adige/Südtirol. Tanti gli appuntamenti che animeranno il territorio regionale da settembre a novembre: si comincia venerdì 6 con un evento in piazza Don Bosco a Bolzano, per proseguire il 13 a Trento e tornare il 20 nel capoluogo altoatesino.

Leggi tutto...

Transart 2019, si parte l'11 settembre
Il count down è iniziato. L'11 settembre prenderà il via Transart 2019, il festival altoatesino di arti digitali, musica elettronica e cultura contemporanea che propone un nuovo modo di fare arte. L’edizione di quest’anno ricostruisce possibili scenari, esplora mondi lontani, cerca la poesia in macchinari futuribili e nell’estetica dell’arte postmoderna. Tra le location della rassegna il Noi Techpark, il capannone ex Masten e quello di ex Electronia ma anche il Sassolungo, i boschi del Latemar e il Monte San Vigilio.
Centrale S. Antonio, 6 mln di investimenti in 3 anni
Via libera al piano triennale di misure ambientali per la centrale idroelettrica di Sant’Antonio, a Bolzano. A elaborare il documento la Consulta del comitato di centrale, del quale fanno parte i comuni di Sarentino, San Genesio, Renon e Bolzano, la Provincia di Bolzano e la società Eisackwerk, concessionaria della rinnovata centrale (scadenza della concessione 2045) entrata in funzione lo scorso marzo. Finanziati progetti per un totale di 6 milioni di euro. La centrale idroelettrica di Sant’Antonio, unica del suo genere in Europa in quanto completamente interrata, con una produzione annua di 270 GWh è attualmente, per grandezza, il quinto impianto idroelettrico dell'Alto Adige e permette di servire 100 mila utenze. L’acqua utilizzata viene prelevata dal torrente Talvera nei pressi di Bad Schörgau in Val Sarentino e restituita al torrente a Bolzano.
Trentino Alto Adige capitale dello sport
Dopo due anni lontano dal vertice,Trento torna capitale dello sport. Un po' più staccata Bolzano, ferma al 12° posto in classifica, che guadagna però ben 17 posizioni in un anno. A renderlo noto la 13^ edizione dell’Indice di sportività sulla diffusione e la qualità dello sport nelle 107 province italiane. L’indagine è realizzata dal Sole 24.
Termeno, denunciato un bracconiere
Il Corpo forestale della Provincia di Bolzano, dopo un lungo appostamento iniziato alle prime ore del mattino di domenica 1° settembre, ha fermato nella zona di Termeno un bracconiere originario della Toscana che stava catturando in maniera illecita dei tordi. L'uomo è stato denunciato all'autorità giudiziaria per il reato di uccellagione, i 46 tordi bottaccio di cui è stato trovato in possesso sono stati immediatamente liberati eccetto uno, che è stato consegnato al Centro avifauna per le cure necessarie. Il sistema utilizzato era particolarmente avanzato.  Il bracconiere, infatti, aveva installato lungo i meleti delle reti a maglia fine per più di 100 metri, e con l’ausilio di richiami acustici elettronici induceva i tordi a muoversi tra i filari finendo impigliati nelle reti.Una volta catturati, i tordi bottaccio venivano riposti in piccole scatole e depositati presso un edificio agricolo situato nelle vicinanze, che è stato posto sotto sequestro. Secondo il Corpo forestale, il materiale sequestrato ammonta a diverse migliaia di euro.
Percorso nascita, nuove assunzioni in Alto Adige
La Giunta provinciale di Bolzano ha approvato l'adeguamento della pianta organica dell'Azienda sanitaria per garantire un servizio capillare sul territorio. Saranno assunte 24 ostetriche e 6 operatori socio-sanitari. Sono potenzialmente interessate dal provvedimento oltre 5.500 donne in Alto Adige. "È probabilmente il primo modello di questo tipo in Italia e sarà sicuramente da l'esempio", ha commentato l'assessore Thomas Widmann. Tra le novità la gestione delle sale parto in capo alle ostetriche, i servizi di accompagnamento al parto e le visite in casa delle partorienti per le 4 settimane successive a parto. Tra gli obiettivi, ha precisato Widmann, c'è la riduzione del numero di parti cesarei. Stanziati 3,15 milioni di euro.
Bolzano, accordo per sottopasso via Roma
La Giunta provinciale di Bolzano ha dato il via libera ai primi quattro interventi previsti dal Piano per la mobilità, tra cui il sottopasso di via Roma. Con la firma dell'accordo di programma fra Provincia e Comune, sarà quindi migliorata la mobilità e la raggiungibilità del capoluogo. Sono previsti investimenti per 42 milioni di euro. Il 75% dei costi sarà sostenuto dalla Provincia ed il 25% dal Comune. Si tratta dell'attuazione dell'accordo sottoscritto un anno fa da Provincia e Comune per affrontare il tema della mobilità e della viabilità.
Bolzanino trovato morto in Brasile
La polizia civile di Bahia indaga sulla morte di Luca Romania, 41 anni, bolzanino, il cui corpo è stato trovato carbonizzato lo scorso 25 agosto nella regione metropolitana di Salvador, in Brasile. Romania, che era sposato con una donna del posto e viveva da 15 anni nel paese carioca, era scomparso il giorno prima, quando sarebbe stato visto l'ultima volta nei pressi di un centro commerciale. Sempre secondo la stampa locale, è giallo sui contorni della vicenda e sulle possibili motivazioni del crimine. L'uomo e la moglie si erano separati di recente ed erano in causa per l'affidamento del figlio dodicenne.
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.