radio italia anni 60
Da Geometra a Carabiniere e poi Cantante, il passo è breve! Perlomeno così ha dimostrato l'artista milanese Biagio Antonacci, scorpione classe 1963.

Sin da giovanissimo mostra un notevole talento come batterista, suonando in numerosi gruppi dell'hinterland milanese; e subito dopo la maturità decide di arruolarsi come Carabiniere, frequentando la Scuola Allievi della Cernaia. La sua prima sede di servizio fu Garlasco, città di residenza di  Ron: fu proprio questo il punto di partenza della carriera artistica di Biagio. Dopo un provino, fu portato all'attenzione di Gaetano Curreri (Stadio), che decise di averlo come artista di apertura in un suo concerto. La partnership con gli Stadio prosegue  anche nel ruolo di autore, e si consolida in questo verso anche con Syria, Annalisa Minetti. Raffaella Carrà, Angela Baraldi, Milva, Flavia Fortunato, Mia Martini, Mietta, Laura Pausini, Loredana Errore e Alessandra Amoroso.

Nel 1992 la sua partecipazione al Festivalbar con il brano Liberatemi: prodotto da Mauro Malavasi, l'album ottiene una certificazione di vendita di oltre centocinquantamila copie. È così arrivato il successo!

I “numeri” successivi sono di tutto rispetto: trecentomila copie sono attestate all'album omonimo Biagio Antonacci del 1994; trecentocinquantamila copie per il successivo Il Mucchio del 1996; ottocentomila copie per Mi fai stare bene del 1998. Sono solo alcuni esempi dei notevoli risultati ottenuti da Antonacci, che peraltro rimane consacrato nella musica italiana proprio con diverse canzoni di questo periodo: IrisQuanto tempo e ancoraSe io se lei (che peraltro vede Eros Ramazzotti come chitarrista)!

Dal 1989 ad oggi annovera ben quattordici album in studiodue dal vivo, e dieci raccolte, oltre ad essere la firma di trenta canzoni di numerosi artisti italiani.

Le più canzoni di Biagio Antonacci saranno nello special della puntata di Quella Carezza della Sera in onda martedì 15 maggio 2018, dalle 18 alle 20, sulla rete regionale Radio Italia Anni 60 Sardegna.

TAG ASSOCIATI
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.